mercoledì 26 ottobre 2016

il concilio delle streghe

Nell’aprile del 1974 a Minneapolis, in USA, numerose streghe americane si sono riunite per redigere un importante documento, il quale contiene i principi fondamentali della stregoneria.
Anche se si tratta di un documento in cui non sono state trattate tutte le correnti della stregoneria, rimane un testo basilare per comprendere i principi di questo credo.

Ecco i 13 principi di fede:
1. Noi pratichiamo riti che ci armonizzano con i ritmi naturali delle forze vitali, scanditi dalle fasi della Luna e del Sole
2. Crediamo che la nostra intelligenza ci renda particolarmente responsabili nei confronti dell’ ambiente che ci circonda. Per questo cerchiamo di vivere in armonia con la Natura, i suoi ritmi e le sue leggi, riconoscendo nell’ evoluzione la piena realizzazione della vita e della coscienza
3. Conosciamo un livello di potere notevolmente superiore alla media delle persone. Essendo così distante dall’ ordinario, a volte viene definito “soprannaturale”, definizione menzognera in quanto sappiamo questo potere essere un naturale potenziale di tutti.
4. Crediamo che l’ Energia Creativa dell’ universo si manifesti attraverso polarità, come il maschile e il femminile e che questa stessa Energia Creativa risieda in tutte le persone ed agisca attraverso l’ interazione del maschile con il femminile. Non esiste un rapporto di prevalenza di uno dei due sull’ altro, ma riteniamo ciascuno valorizzare l’altro. Riteniamo il sesso un piacere, come simbolo della vita che prende corpo, ed una delle fonti di energia usate nella pratica magica e nei riti religiosi.
5. Riconosciamo entrambi i mondi, quello esterno e quello interiore o psicologico, dimensioni note anche come “mondo spirituale”, “inconscio collettivo” “pianeta interiore” ecc. Dall’ interazione di questi due mondi prendono vita i fenomeni paranormali e gli esercizi magici. Non privilegiamo una dimensione rispetto all’ altra, vedendo entrambe ugualmente necessarie per la nostra realizzazione.
6. Non riconosciamo alcuna gerarchia autoritaria. ma onoriamo coloro che insegnano, rispettiamo coloro che condividono la loro conoscenza superiore e la loro saggezza e siamo riconoscenti con coloro che si sono offerti coraggiosamente come guide.
7. Noi vediamo la Religione, la Magia, e la Saggezza nella vita come un modo di vedere il mondo e di viverci -una visione del mondo ed una filosofia di vita che noi identifichiamo come “Witchcraft” (Stregoneria N.d.T.), la “Wiccan Way” (Via o Modo Wiccan).
8. Dire di essere una “Strega” non rende quella persona una Strega e nemmeno l’eredità di per sé, o la collezione di titoli, gradi ed iniziazioni. Una Strega cerca di controllare dentro di sé le forze che rendono possibile la vita, per vivere bene, con saggezza, senza fare del male a nessuno ed in armonia con la Natura.
9. Noi crediamo nell’affermazione e nella realizzazione della vita attraverso una continua evoluzione e sviluppo della coscienza che dia senso all’Universo che noi conosciamo, ed al nostro ruolo personale al suo interno.
10. Il nostro unico dissenso verso il Cristianesimo, o verso qualunque altra religione o filosofia di vita, è solo riferita al fatto che queste istituzioni si sono dichiarate “la sola via” ed hanno cercato di negare la libertà agli altri e di sopprimere le altre fedi e pratiche religiose
11. Come Streghe Americane non ci sentiamo minacciati dai dibattiti sulla storia dell’Arte (Magia), dalle origini dei vari termini, o dalla legittimità dei vari aspetti di differenti tradizioni. Ci interessiamo del nostro presente e del nostro futuro.
12. Non accettiamo i concetti di male assoluto, nè adoriamo alcuna entità nota come “Satana” o “il Diavolo”, così come sono definite dalla tradizione Cristiana. Non cerchiamo potere attraverso la sofferenza di altri, nè accettiamo che il beneficio personale possa derivare solo neg

Nessun commento:

Posta un commento